Sono Floriana

e questo è ciò che penso sui libri Horror e non solo

I fantasmi non esistono. O meglio, io non ne ho mai visto uno. Se per fantasmi si intendono quelle entità semitrasparenti intrappolate tra la vita e la morte che vengono a farti visita perché hanno qualche conto in sospeso con te, no, non ho mai avuto il piacere. Se invece si vuole intendere qualche brutto pensiero che ogni giorno ci accompagna, il timore per le conseguenze delle nostre azioni o la paura che il destino abbia in serbo per noi qualche brutta sorpresa, allora penso che di fantasmi sia piena zeppa la vita di tutti noi.

Gli scrittori di fantasmi, Dio o chi ne fa le veci li benedica. Perché la dote di farci apparire come reale una situazione così ben descritta da apparirci tale, nonostante contrasti con ogni legge della fisica e della realtà conosciute, è un bene inestimabile, con il suo potere di farci ridimensionare le nostre piccole modeste paure, farci immergere completamente per qualche ora in una realtà parallela, in un mondo dove solo il coraggio di affrontare le situazioni più terribili può farti restare vivo. Vengo al punto perché fortunatamente c’è molto di meglio da leggere dei miei sentimenti di gratitudine nei confronti degli scrittori.

Chi sono immagine casa stregata

Perché Myghostwriters.it?

Ho pensato a Myghostwriters.it per mettere ordine alle innumerevoli letture che mi hanno accompagnato in questi anni e che spero per molti altri mi accompagneranno.

Un ordine tutto mio, in cui dividerò spietatamente i buoni dai cattivi, in cui massacrerò scrittori che hanno venduto milioni di copie perché a me personalmente non hanno dato nessun input e in cui elogerò sfacciatamente molti meno noti perché mi han tenuta sveglia, mi han fatto pensare solo al loro libro per giorni (il più delle volte per ore perché non son riuscita a fare altro che divorare il libro in questione).

Cosa conta per me in un libro?

La suspance è il mio movente, un libro degno di essere ricordato deve farmi fare il “giro degli armadi”, come piace chiamarlo a me, prima di dormire. Per assicurarmi che non ci sia nessuno dei mostri di Koontz là dentro. Un libro con i “contro” ti impedisce di andare in bagno anche se stai esplodendo, per non rischiare di incontrare un serial killer sulla tua strada.

Non solo fantasmi in senso stretto quindi, ma mostri di tutti i generi:

  • da una parte le entità in continua involuzione del maestro indiscusso Dean Koontz

  • dall’altra i trafficanti di vite di Tess Gerritsen

  • dall’altra ancora il mostro più temibile di tutte: la nostra stessa mente, come negli incredibili romanzi di Wulf Dorn.

“Cosa dire a questo punto? Buona lettura…e buoni incubi. Perchè i libri migliori mi han fatto dormire poco e male, svegliandomi spesso nel cuore della notte. E chi ama il genere potrà capire che la cosa in fondo è auspicabile.”

Floriana, LETTRICE SPIETATA

Non aver “PAURA”

di leggere un libro,

ma abbi il coraggio di dire cosa ne pensi