Mezzanotte – Recensione:

Dopo aver letto “Mezzanotte” non guarderete più nessuno con gli stessi occhi. Sarete pronti a dubitare di vostra moglie, vostro figlio, vostro padre, del vostro migliore amico.

Alcuni di noi sono mostri, lo sono sempre stati, solo che adesso si stanno “rivelando”.

Chrissie è una bambina molto intelligente e coraggiosa, caratteristica comune a tutti i protagonisti delle storie di Dean Koontz. I suoi genitori subiscono per primi la trasformazione, ma lei riesce a scappare. Eppure ogni volta che crede di essere al sicuro tra gli umani la aspetta il triste epilogo della involuzione animalesca. Che belle, che incredibilmente realistiche le descrizioni di Dean Koontz in merito alle involuzioni (non solo in questo libro), riescono a trasmetterti la fottuta paura che possa imminentemente capitare a te di vedere trasformarsi in un mostro chi ti è più vicino e più caro.

La storia si intreccia con indagini relative a numerose morti misteriose, con un ritmo che vi renderà impossibile posare il libro fino alla fine, con un senso di oppressione che vi pervaderà, con una immedesimazione inimmaginabile per chi non avesse ancora mai letto Koontz, in questo noir-fantasy-thriller pur pieno di creature fantastiche.

Curiosità?

Vi garantisco una cosa: la scena del parroco presso il quale si rifugia Chrissie, resterà impressa a vita nella vostra mente. Se tra vent’anni qualcuno vi menzionasse “Mezzanotte” di Dean Koontz sono certa che direste: “Oddio, ricordo ancora la scena del parroco”.

Se consiglio Mezzanotte?

Incredibile, entusiasmante, azzeccato in ogni suo aspetto. Se Dean Koontz ha avuto un apice è passato di qua.

Clicca per acquistarlo su Amazon!
Dean Koontz Mezzanotte
Voto dei miei Fun

Valuta questa recensione:

Metti anche tu un voto, clicca sulle stelle
[Total: 5 Average: 4.6]

LA MIA SENTENZA

Ritmo

10

Suspance

10

Qualità di scrittura

10

Immedesimazione nei protagonisti

10