Nuovo libro Phillip Margolin

Finalmente un nuovo libro di Phillip Margolin

Correva l’anno 1993 quando sicuramente avevo già dato ampiamente fuoco alle paglie e letto tutti i libri di Dean Koontz pubblicati fino ad allora. Ogni tanto mi imbattevo in qualcosa di carino tra i vari surrogati di un vero libro.

Finalmente mi capita fra le mani “Non dimenticare mai” di Phillip Margolin, scrittore statunitense (che per me sono i migliori come ritmo, qualità di scrittura, originalità e suspance). Ora io non ricordo le sfaccettature di quel bel libro, ma ricordo di certo quell’assassino che lasciava una rosa nera sul letto di morte delle sue sfortunate prescelte e che si è intelligentemente beffato di ogni indagine fino alla fine del libro.

Ho il ricordo di un libro scritto bene, e quanto ne è seguito di Phillip Margolin è stato anche meglio. Ve lo ricordate “La testimone”? O “La bella addormentata”? Scrittore di thriller di qualità come “Passi nel buio” e “L’ultimo innocente”.

Ha solo un difetto: non si può vivere di solo Philip Margolin perchè scrive un libro ogni tanto. Ma quando esce un suo nuovo libro è sempre un grande piacere.

Se dovessi proprio proprio restringere a tre la cerchia degli scrittori imperdibili, credo proprio che oltre a Dean Koontz e Tess Gerritsen, sarei felice di annoverarlo tra gli eletti.

Ok ok, bando ai romanticismi visto che l’argomento di romantico ha gran poco, la notizia è questa: Phillip Margolin ha pubblicato un nuovo libro, The Perfect Alibi. L’annucio è presente nel suo sito ufficiale.

The Perfect Alibi viene pubblicato a Marzo negli Stati Uniti

Eh sì, allo stato attuale è disponibile solo in lingua originale. Ma è appena uscito e io ho pazienza. No, in realtà neanche un po’, ma mi tocca. Invito tutti voi a farsi vivi non appena vi capitasse di conoscere la data di pubblicazione in Italia prima della sottoscritta.

A presto allora per quello che credo si chiamerà L’alibi perfetto.

Valuta questa recensione:

Metti anche tu un voto, clicca sulle stelle
[Total: 1 Average: 5]

Immagini tratte dal sito ufficiale https://www.phillipmargolin.com